CERCO L’UOMO

di FF

L’antenato storico più illustre, parlando di una ricerca talmente generica e scriteriata, era un autentico maestro del decontestualizzare. Naturalmente parlo del celeberrimo aneddoto che vede protagonista Diogene di Sinope, detto il Cinico, aggirarsi per le vie in pieno giorno con una lanterna alla ricerca dell’uomo. Diogene era un personaggio davvero singolare, barbone bisbetico e attaccabrighe che passava per gran conoscitore delle cose del mondo e si era visto leccare il culo persino da Alessandro il Grande in persona, cioè una specie di George W.Bush del 300 a.C.; pare in effetti che un bel giorno Alessandro gli si parò davanti e gli disse che avrebbe esaudito un desiderio qualsiasi, vedendosi rispondere “levati dal cazzo, mi stai facendo ombra” (si dice che Alessandro fu di parola, esaudì il desiderio e si tolse dal cazzo). Ora, se questo è il caso, sappi che nell’accezione originaria del termine, cinico vuol dire “come un cane”. Ed era appunto la vita che lo stesso Diogene conduceva, vivendo in una botte e cagando per strada senza che nessuno avesse niente da eccepire e facendosi anzi una fama di maitre à penser delle cose del mondo. Già di per sè i tempi che viviamo non concedono a tali illuminati la stessa indulgenza: la legge di quasi tutti gli stati civili vieta la nudità e le deiezioni in luoghi pubblici, e moltissimi associano al nome John Locke un personaggio di Lost. Non che a me freghi un cazzo, ma cercare l’uomo su google mi sembra davvero un paradosso. Così come è un paradosso cercare l’uomo su google in un’accezione più squisitamente individualistica, cercare l’uomo in te stesso ad esempio. In entrambi i casi potresti interrogare il motore di ricerca ed ottenere come prima risposta Gabriel Garko (Diogene sarebbe incazzatissimo). Se invece sei una ragazza, e cerchi l’uomo della tua vita, consiglio di non partire dalle ricerche per immagini -e men che meno da Myspace e Facebook. E nel caso, cerca di scegliere tra quelli che non si fanno autoscatti ad angolazioni strane. Oppure esci di casa e cercane in una qualsiasi bettola di periferia. Magari partendo dai circoli Arci, o meglio ancora Endas (il mito di Giuseppe Mazzini aiuta). Forse per l’UOMO Acli non va altrettanto bene -ma anche sì.

su diegozilla (che tra l’altro fa uscire proprio oggi un post sui referrer)

Annunci