MI LASCIA E SI METTE CON UNA PIÙ BRUTTA

di FF

Eh, lo fanno, lo fanno (cit.). La questione è complessa ma cercherò di dare il mio meglio, renderla semplice e bypassare i peggiori luoghi comuni in merito.
Ti prego come prima cosa di considerare alcune significative prese di posizione dell’arte e della cultura del novecento in generale, come esercizio intellettivo propedeutico: Marcel Duchamp, arte povera, musica concreta, Ed Wood, rotten.com, John Carpenter, Frigidaire, noise giapponese, James Ballard, Silvio Muccino, il recupero del trash all’italiana, Jackass, Maria de Filippi, i Fumetti della Gleba e simili (potrei andare avanti per sette righe). Gente che opera in un campo dello scibile che rifiuta di arrendersi al “bello” ad ogni costo e preferisce elaborare la propria opera in senso intellettuale, o in alternativa abbracciare l’orrido come categoria dello spirito e netta presa di posizione -facendo spesso di tutta l’erba un fascio, ma nondimeno. Intendo dire che alcuni uomini (e donne) non si lasciano prendere la mano di fronte ad un corpo scolpito ed abbronzato d’una tintarella uniforme e brillante e riescono ad immaginare un futuro con te che vada oltre l’idea di poter raccontare agli amici di averti eiaculato dentro. Sappi anche che la macroeconomia ha da tempo introdotto il concetto di lungo periodo -indicatore chiave per discettare intorno a certe manovre degli stati sovrani intorno a tassi di sconto e di inflazione e quant’altro. Lo stesso John Maynard Keynes amava ripetere che “nel lungo periodo saremo tutti morti”, figurarsi dunque cosa succederà al tuo corpo con il sopraggiungere dell’età. Il punto chiave, cara anonima ragazza, è che il relativo incremento dell’erudizione degli individui che compongono la nostra società ha delineato uno scenario in cui il mondo si distacca sempre più dallo standard un po’ anni ’80 di certa televisione nazional-popolare; ed in uno scenario del genere qualsiasi ragazza brillante/spigliata/comprensiva che badi a coltivare la propria personalità quanto il proprio viso ha la possibilità di beccarsi un PrimoDellaClasse. E stiamo parlando solo di massimi sistemi: immaginati il fascino che può esercitare in prospettiva sapere che quell’altra racchia è figlia di gente con in mano il 32% del capitale di qualche multinazionale farmaceutica. Ma sono fermamente convinto che la preferenza del tuo Lui sia andata ad una ragazza dotata di capacità intellettive, parlantina sciolta ed assenza di vincoli religiosi nel vs. privato. Sono convinto che, al contrario di te, la ragazza in questione non mette Siddharta di Hesse o L’Alchimista di Coelho in cima alla lista dei suoi libri preferiti. Sono convinto che quella racchia di merda non lo costringe a passare il giovedì sera in casa per guardare la finale del reality e non lo costringe nemmeno a uscir di casa per il compleanno della Lety (o della Francy o della Marty o della Fede) la sera della finale dei mondiali di calcio. Sono ragionevolmente convinto del fatto che Lui abbia preferito una ragazza che basi il suo giudizio sugli esseri umani a lei vicini su parametri di discernimento che esulino da logiche zodiacali e che non gli abbia regalato dischi di Gigi d’Alessio per natale (alludendo evidentemente al fatto di non voler passare il capodanno con te). Nell’ipotesi di cui sopra, insomma, a questo Lui vanno il plauso la stima e la promessa di birre offerte da parte mia e di molti altri come me. Il mio advice è di considerare la ragionevole alternativa -per te- di passare ad un sistema di valori di classe Raffaella Carrà, trovare un altro ragazzo più bello e privo di problemi, e smettere di ammorbare Google con la tua mancanza di autofocus.

su pioveconilsole.

Annunci