YOGHURT FROZEN PREZZO MATERIA PRIMA

di FF

Il prezzo della materia prima varia radicalmente a seconda della tua posizione nella catena produttiva e/o distributiva del prodotto finito. Poniamo ad esempio che tu sia il dittatore di uno stato centroeuropeo e voglia tu imporre il consumo giornaliero di tre litri di yogurt frozen ad ogni cittadino/suddito per sei mesi l’anno: l’associazione dei produttori della materia prima in questione potrebbe addirittura accordarsi con te allo scopo di rifornirti gratis in cambio di favori tipo la non-perseguibilità per qualsiasi azione da loro compiuta. Differente il discorso se sei in procinto di aprire una gelateria/yogurteria nei pressi del centro di Bellinzona, il tuo potere contrattuale nei confronti delle grandi multinazionali del settore (che probabilmente agiscono come una sorta di cartello, specie dopo il celeberrimo crac di una di esse e il conseguente carico di merda arrivata nel ventilatore) è piuttosto basso, per non dire nullo. Sia quel che sia, sappi che il tuo inserimento nella catena produttiva di tale materia prima è soggetto ad una serie di regole nazionali ed internazionali, vedi anche il famoso problema delle quote esploso negli anni novanta in seguito alle conseguenze della PAC europea in terra italiana. Nel caso invece tu sia il gerente del frigo di casa tua e voglia farti un frozen, il prezzo della materia prima (tendenzialmente venduta in confezioni da litro o da mezzo litro) varia a seconda del processo con cui viene ottenuta e delle condizioni di vendita. Se vuoi un consiglio riguardo alla qualità in senso assoluto, penso che la migliore scelta sia collegarsi a questo sito, verificare dove sono i rivenditori di materia prima cruda e provarne il gusto. Se invece sei un tossico da frozen yogurt e non riesci a fare la fine del mese perché il tuo gelataio pratica prezzi al pubblico assurdi, ti conviene cambiare gelateria anziché appellarti alla coscienza del rivenditore sottoponendogli il prezzo di mercato del latte.

Trovato su cercasugoogle.

Annunci