COME GESTIRE UN GUINNESS

di FF

fogli
Il mio consiglio principale in questo è di non sederti sugli allori e cercare di sforare oltre i limiti della condizione umana per estrarre gloria a fiotti da ogni tuo singolo appuntamento col destino. Alla Sergej Bubka, per capirci: uno o due centimetri alla volta, finchè sei il sovrano incontrastato. Renderti ben conto delle specifiche caratteristiche della specialità in cui decidi di eccellere e non strafare, mai, per nessun motivo, anche se vedi ampi margini di miglioramento nel Guinness. Sia mai che qualcuno decida di fregarti di un millimetro nella categoria baffi rossi più lunghi della terra: potresti ribaltare radicalmente il risultato il giorno successivo e riprenderti il primato, dando il via ad un’escalation a due tra le due più emozionanti della storia del Guinness. Per quanto riguarda la gestione passiva, invece, ricorda soprattutto che è importantissimo rimanere sul pezzo. Sii presente nel momento della prova ufficiale di ogni tuo avversario, metti in discussione il risultato, le condizioni generali in cui la prova viene realizzata e portati dietro un avvocato di grido per intimorire le giurie. Naturalmente sono consigli da profano: non sto cercando di entrare nel Guinness (in realtà sì, ma sarei un bel coglione a venire a raccontare la categoria in pubblico).

Un PS interessante: da ragazzino pensavo che la Guinness (birra) si chiamasse così per una questione di marketing, tipo la nostra è la più buona di tutte e quindi la chiamiamo Guinness, affermazione che personalmente tenderei a non smentire se parliamo di birre alla spina spillate in condizioni di eccellenza formale (non al baretto di Gattolino alle tre di notte del sedici agosto, insomma). In seguito, nell’età del primo alcolismo, scoprii il concetto di Irish Pub e venni a sapere qualcosa in merito alla figura di quello straordinario artigiano del capitalismo che rispondeva al nome di Arth Guinness, e pensai che, ehi, si chiama così dal cognome del fondatore, pensa che omonimia. Scopro oggi che in realtà è il Guinness dei primati a prendere il nome dalla birra. Dettagli su Wiki.

Annunci