CAMERE DI MOTEL CON PALO DI LAP DANCE

di FF

bmotel

Seguono cinque strutture di cui sono a conoscenza.

#1 PENSIONE “STAREBENE” – CASTROCARO TERME (FC).
Le stanze del quinto piano (l’ultimo) sono tutte dotate di palo per lapdance al centro della stanza, e la reception è in contatto con un servizio danzatori/danzatrici a domicilio. Il fatto che siano al quinto piano è fatto apposta: non ci arriva l’ascensore e occorre essere capaci a fare le scale senza farsi venire un infarto. In posti come Castrocaro è davvero importante selezionare un pubblico di non-infartuabili (ci sono le terme ed il pensionante è tendenzialmente piuttosto anziano). Tant’è che dopo l’incidente di Arturo Morchia (ebbe un infarto mentre veniva frustato in manette dalla moglie) StareBene è l’unica pensione che fornisce ancora divertimento per adulti in città, anche se i pali sono piuttosto vecchi e tendono a lasciare un cattivo odore sulle parti del corpo che entrano con essi a contatto (lo dico se stai cercando lavoro come stripteaseuse a domicilio). L’unica controindicazione è che al quinto piano ci sono solo sei stanze ed un solo bagno in comune: alle volte lungo i corridoi è possibile fare incontri piuttosto imbarazzanti. Pare che un paparazzo de La Voce di Forlì-Cesena sia riuscito ad infestare la stanza di cimici e che da lì sia nato tutto lo scandalo della giunta di sei anni fa.

#2 B&B “JUNKIEPOP” – REPUBBLICA INDIPENDENTE DI GARBATELLA (RM)
Il non più giovane amico Giorgio, che mi fornisce la chiave di ricerca, gestisce questa simpatica struttura DIY nel piano sopra casa sua. Un’amica mia ha soggiornato lì qualche mese fa e ha cantato le lodi del cappuccino con doppia panna a colazione. Nel giro corre voce che per gli/le ospiti speciali Giorgio si sia esibito qualche volta in reggicalze, e che abbia dimostrato estrema perizia. I pali nelle quattro stanze del B&B sono tutti di acciaio temprato che rispetta normative UE e sono certificati ISO9001.

#3 MOTEL “IL BRANZINO” – PORTO RECANATI (MC)
L’unico motel in senso stretto di cui sono a conoscenza. Franca e Vincenzo, giovani ebanisti di fama internazionale, hanno trasformato questa stazione di servizio in un autentico porto franco del sordido e dell’insalubre tramite un’agenzia di riciclaggio di denaro mafioso che poco distante gestisce lo strip bar “Il Coniglio” e si è accordata con i due per una sorta di dopolavoro delle giovani ragazze che lì si esibiscono. Il Branzino fornisce ospitalità gratuita e servizio in camera, con palo di ebano lavorato a mano. Si richiede una certa discrezione, essendo anche le stanze in cui le giovani danzatrici alloggiano. Chiuso il mercoledì.

#4 MEETING HOTEL – BASTARDO DI GIANO (PG)
L’attico del Meeting Hotel è a prova di bomba, concepito come residenza estiva per un consorzio di dittatori sudamericani con la fotta per il medioevo del centro italia. La recente ristrutturazione del lussuoso residence, costata venti milioni di (narco)dollari, ha dotato ogni stanza di palo-lapdance retrattile in lega che esce dal pavimento tipo quello sull’aereo di Tony Stark all’inizio di Iron Man. Purtroppo la struttura è riservata appunto a dittatori e narcotrafficanti, ma alcune persone random in giro per lo stivale hanno goduto di un soggiorno gratuito di lusso -pare siano promozioni effettuate con frequenza casuale per dare l’idea che l’hotel funzioni- e sono rimaste più estasiate dei tipi nelle pubblicità di Costa Crociere.

#5 GARNI’ DA MARTINAZ – POZZA DI FASSA (TN)
Il mio preferito. La struttura concepita da Martinàz e dalla madre ottuagenaria alle pendici della Val di Fassa è uno dei più mirabili crossover tra turismo sessuale ed alpinismo. Palo per lapdance in legno grezzo, come del resto tutti gli altri mobili e il letto; autentica situazione di trash rustico-sessuale che non riusciamo bene a capire come mai non sia mai finita in un Vanzina natalizio a caso. A tutto questo i due gestori abbinano la simpatica accoglienza che vi aspettate da genuini montanari come loro ed una cucina che pare surclassare quasi ogni altro ristorante in zona. Fanno anche servizio in camera, e vi assicuro che non c’è niente come farsi un piatto di canederli fumanti mentre una ragazza sottopeso ti si agita davanti vogliosa conficcandosi schegge di abete rosso nel palmo della mano.

Tutto qui, purtroppo non posso aiutare oltre. Vado a comprar dischi, è il Record Store Day.

Annunci