CAMBIARE LA PROPRIA PERSONA CON PHOTOSHOP

di FF

cs2Mi vengono in mente tre modi di farlo. Vado ad elencare.

1 ABNEGAZIONE/ABIEZIONE/ ABERRAZIONE/ASTRAZIONE

Il progressivo distaccamento dal reale che segue un momento di fotta assoluta pro-photoshop. Scarichi una copia pirata del software di punta di Adobe e decidi di dover dedicare la tua vita ad esplorarne le possibilità, in progetti sempre più arditi. Crederci a tal punto da farlo diventare un’ossessione, perdere il lavoro, smettere di fare la doccia, iniziare a bere alcolici e ritenere immeritevole chiunque al mondo non conosca la differenza tra jpg e png. Che per carità, saranno anche brutte persone, ma in generale rendere adobecentrica la tua vita potrebbe non essere una buona mossa.

2 REMIX/SOCIAL ENGINEERING/POSTMODERNISMO

Iniziare a lavorare ad una serie di falsi, tipo quelli che si fanno fotografare con le sagome di cartone assieme a Don Johnson (chi becca la citazione vince un invito a sottoscrivere un account gmail gratuito), ma portarla ad un altro livello –che so, farsi fotografare seduti nella war room della casa bianca mentre si litiga con Martin Lutero, e Napoleone Bonaparte, entrambi interpretati da Joe Pesci. Oppure mentre stai surfando sull’Etna che erutta dimenticandoti un calzino sul piede destro (chi becca la citazione vince un invito a sottoscrivere un account gmail gratuito) con David Hasselhoff sullo sfondo che ti guarda e fa thumbs up. Stampare le foto e metterle sul soggiorno a mo’ di ricordo.

3 CONTRAFFAZIONE/RIPESCAGGIO/EVASIONE/SIMULACRO

Il solo Photoshop non basta ma aiuta. Si tratta, in ogni caso, di intervenire con Photoshop su documenti come carte d’identità, certificati di nascita, atti di proprietà e tutto il resto, in funzione di una contropartita (economica, politica o che altro). Lavorando di fino puoi creare identità fittizie, ricominciare da capo in paesi meno culturalmente chiusi, brindare con papi, entrare al Billionaire senza chiedere permesso, ottenere favori sessuali gratuiti, autoblu, pensioni d’invalidità, buoni Day, esenzioni fiscali, rispetto su twitter. Se ti sgamano sei perseguibile secondo il codice penale, non mi chiedere quali articoli di preciso –su questo punto suppongo sia facile fondare un’ipotetica classificazione in photoshoppers e mezzepippers.

Annunci