SERIGRAFIA MCGYVER

di FF

mcgyver

Eccola qua, in tutto il suo splendore. Nata come prodotto homemade/DIY dell’ormai celebre designer Frederik Harbstordcfler per una maglietta commissionata dai Lotus Scrotus (oscura e geniale formazione art-crust svedese) ed in seguito adottata come vessillo di un movimento neocon giovanile statunitense di cui attualmente non ricordo il nome, è uno dei grandi lasciti della pop art degli anni duemila. In essa le voluttà warholiane degli anni sessanta si scontrano contro l’immaginario televisivo di fine anni ottanta, rifiutando con gesto plateale ogni momento di street art degli anni settanta-ottanta, andando alla radice ed immaginando un mondo onirico/irreale che scaturisce dallo stardom hollywoodiano e bypassa il vero così come lo intendiamo –da cui appunto l’interesse repubblicano in merito, e la successiva fama di Frederik Harbstordcfler, che qualcuno dice sia anche il deus ex machina della campagna HOPE di Barack Obama (ma in molti dicono che questo non sia vero, e come dar loro torto). Più credibile la voce secondo cui Shane Black, esaltato da tutto questo, si sia ispirato platealmente a Frederik Harbstordcfler per delineare la figura del cattivo nel buddy movie che ha terminato pochi mesi fa.

Chiedo venia per la relativa assenza di queste ultime settimane: potrei promettere di essere più costante su CSG ma  al momento sto facendo altro. La chiave è dei miei referrer.

Annunci