CERCASUGOOGLE

spiega cose che qualcuno crede vadano spiegate

Categoria: domande

MA BOCELLI CI VEDE?

Non credo.
(su Bastonate)

ALLE DONNE NERE PUZZANO I PIEDI?

piedi

Suppongo di sì, come del resto alle caucasiche e alle giapponesi, alle scrittrici e alle assistenti universitarie. Probabilmente anche al papa gli puzzano i piedi, a meno che Miuccia Prada non abbia messo delle prese d’aria nelle scarpette.

Via perfavorescrivialtrove.

MA CHI CAZZO E’ SAL DA VINCI

Sarebbe il nome d’arte di Salvatore Michael Sorrentino, un cantante napoletano -una specie di vice-Gigi d’Alessio senza la Tatangelo che gli batte i pezzi. Il primo controllo si Wikipedia è devastante: questo canta dal 1974 e qualcuno si chiede ancora chi cazzo sia su google. Bad news. Mi piacerebbe ragionare sulla sua discografia, ma anche no.  Allego foto. Grazie PTWG.

COME SI IMPALAVANO LE PERSONE

la giava

La cosa più curiosa quando controlli Wiki è che non viene specificato il punto d’entrata. nel senso, è chiaro che te lo infilavano alla base della schiena e ti lasciavano a soffrire a penzoloni. In realtà su questo Wiki è molto confusa, segno probabilmente che il compilatore della voce era il classico amateur internettiano di primo pelo, quelli che gli dai una connessione ADSL e credon tutti d’esser Carlo Rubbia. Il compilatore, in altre parole, non sa che nel 1344, presso l’abbazia di San Martignano dei Colli Bassi, fu fondata la Lega degli Impalatori, una sorta di network transnazionale di boia della pertica basato sulla stretta osservanza del Codice dell’Impalatore, una specie di galateo della materia che fu (verosimilmente) scritto dal frate Mattia da Martignacco, e che prevedeva l’utilizzo di una pertica appuntita di pioppo, con un diametro non inferiore ai tre centimetri e non superiore ai ventiquattro (in realtà Mattia da Martignacco parla di dita, ai tempi il sistema metrico decimale non andava di supermoda). Il codice specifica anche il punto d’entrata del palo, tra la seconda vertebra lombare e la base dei testicoli –nel caso contrario il verbo corretto non è impalare bensì trafiggere. E un altro milione di regole, comunque il Codice dell’Impalatore lo potete trovare su Google Books con l’anteprima integrale.

Voci non confermate raccontano che persino il grandissimo Giacomo da Misurina, prima di tutta la storia dei sassi di Belluno per cui è ricordato, fosse stato il Gran Maestro transitorio della Lega per un paio di settimane, tipo il camerlengo di Angeli e Demoni, prima di cedere il passo al legittimo erede (la successione alla testa della società era regolata come una specie di principato adottivo posticcio). E strano a dirsi, la Lega sopravvisse alla morte dell’impalatura: tramutatasi in società segreta ai tempi della resistenza all’impero austro-ungarico, circolano voci che la danno persino come autrice di un complotto (fallito) per eliminare Franklin Delano Roosevelt (la struttura narrativa di Spider-Man 4 pare essere basata a grandi linee sull’accaduto).

chiave di groundnoise.

QUANTE SCOPATE FA UNA DONNA NELLA VITA?

post

Vediamo di fare una botta di conti.

Intanto occorre considerare un bacino di riferimento, vale a dire quello di un sistema politico/economico/sociale/culturale/religioso piuttosto che un altro. in un paese dove le donne che tradiscono il proprio marito vengono uccise a colpi di pietra il numero di scopate tende -credo- a essere minore di quello in un paese in cui le donne che tradiscono il proprio marito possono anche sperare in un avanzamento di carriera. Per comodità ci riferiamo alle donne che vivono in una democrazia occidentale che possa vantarsi coi vicini di stare dentro al G8, tipo l’Italia.

In Italia l’aspettativa di vita femminile è intorno agli ottantadue anni. La fertilità della femmina di essere umano va all’incirca dai dodici anni ai cinquanta -questo in accordo con uno dei tanti rapidi esercizi di googling che ho usato per compilare questo post. Pare comunque che l’arrivo della menopausa non incida sulla libido della femmina, questo stando anche a una ricerca “molto interessante” pubblicata sulla rivista Menopause International (che verosimilmente potrebbe essere il nome del mio prossimo blog). I fattori che incidono sulla cosa sono altri: tenersi in forma piuttosto che non farlo, ad esempio. Tanto per fare una cifra tonda, potremmo fissar la fine dell’attività intorno ai settant’anni. Ora, il punto è definire la distribuzione del numero di rapporti sessuali nel sessantennio di attività sessuale dell’individuo di sesso femminile.

Una nota a margine: se considerate l’effetto Trilussa (se io mangio due polli e tu zero abbiam mangiato un pollo a testa), unito all’assunto che maschi e femmine siano più o meno cinquanta e cinquanta, e che la quantità di omosessuali fratto libido media dell’omosessuale sia la stessa in entrambi i sessi, si può ragionevolmente concludere che un uomo e una donna abbiano mediamente lo stesso numero di rapporti sessuali in vita.

Considerare la distribuzione statistica dei rapporti sessuali mi farebbe scornare con il tempo, e visto che questo blog lo tengo gratis metto insieme giusto un paio di concetti. Il sistema religioso, gerarchico e penale italiano tende ad interdire l’accesso agli organi genitali altrui finchè non sopraggiunga l’età della ragione. D’altra parte il coito per sua natura è un bene di consumo la cui fruizione segue fasi legate al concetto di FOTTA in una maniera non troppo dissimile da cose come videogames, punk rock, serie TV, calippo alla menta e Nike Air Jordan (nel senso che i primi tempi ci vai sotto e non vuoi altro che quello, poi inizi a metterlo dentro la tua agenda in dosi ragionevoli e prima o poi finisci per disinteressartene). Nei primi anni quindi il desiderio di fare sesso tende ad essere molto più alto che negli ultimi anni, ma è altrettanto vero che l’influenza della chiesa cattolica è molto più forte dai dodici ai vent’anni rispetto a quanto lo sia dai venti ai trenta. E fino ai diciotto sono da sommare le pressioni coercitive dei genitori e le leggi di tutela dei minori. Quindi diciamo che per avere una stima MOLTO approssimativa potremmo dividere il numero di amplessi annui pro capite in quattro macro-periodi.

Rimane da fare qualche ipotesi sul quanto la singola femmina tende a farlo mediamente DI SUO. Poniamo che rispetto al totale delle donne, dai venti ai quaranta il 50% sia sposato o fidanzato -percentuale che tra matrimoni, lutti e zitellaggio arriva a un ragionevole 75% nei vent’anni successivi. consideriamo ex-ante una media di venticinque rapporti sessuali all’anno negli anni che vanno dai dieci ai venti (il campione unisce ragazze di facili e difficili costumi, ricordiamolo) e più o meno la metà dai sessanta ai settanta. il che vuol dire un totale di 375 amplessi. a questi vanno aggiunti i quattro decenni di maggiore attività: una ragazza fidanzata/sposata e una ragazza non, dai venti ai quaranta, hanno più o meno lo stesso numero di rapporti. L’impantofolamento della ragazza in coppia si mischia alla promiscuità estrema della donna con rapporti amorosi corti e frequenti, considera una ragionevole stecca legata al cheating e fa il paio con frigidità, stupro, assenza o presenza di disinvoltura, campionati di calcio, menzogne ed emicranie. Facciamo cento rapporti l’anno per vent’anni? Facciamolo. Totale 2375, a cui vanno sommati i rapporti dai quaranta ai sessanta. Che potremmo stimare in un ordine di grandezza pari ad un terzo, giacchè le donne cresciute dal dopoguerra al baby-boom tendono ad essere maggior preda della morale cattolica di quanto lo siano le ragazze cresciute coi poster di Nick Kamen o Luke Perry, oltre a considerare l’idea che prima o poi il sesso viene a noia e viene sostituito da palliativi a buon mercato tipo Danielle Steel, Incantesimo e Antonella Clerici, e soprattutto che il 25% di signore non sposate tende ad avere una vita sessuale molto più morigerata. Un terzo di duemila, così ci infiliamo pure Satana, è circa 666. Totale: 3041 scopate. Sconto del quindici per cento perchè il mondo reale fa sempre più schifo: 2584. Se vuoi il numero di orgasmi chiedi a loro.

GLI CHIEDO SE CI FIDANZIAMO

twi

Nessuna obiezione da parte mia.
Cercasugoogle va per un po’ in ferie,  brasato dall’afa agostana. Voi comunque continuate a cercar cose. Grazie a Simone per la chiave, e per aver accettato preventivamente che all’altra chiave che mi ha inviato (*uscite di capezzoli*) non verrà data risposta.

QUANDO CI SARA SPIDERMAN 4 AL CINEMA DI CHIVASSO ? RISPONDERE SUBITO

sm

Qui incappiamo in un paio di grane. La prima è la più importante, vale a dire che il gestore del sito ufficiale del Cinema Moderno di Chivasso non pare essere, come si dice, sul pezzo. Vale a dire che al momento in cui scrivo il cinema segnala che dal 13 ottobre 2006 verrà proiettato La Gang del Bosco. Comunque nel caso puoi mandar loro una mail all’indirizzo informazioni(at)cinemamoderno.it. Da trovacinema (l’unico sito che personalmente non mi ha mai tradito) leggo che al Moderno attualmente è programmato l’ultimo Harry Potter. Mi sembra anche che al momento il Moderno sia l’unico cinema attivo a Chivasso, ma magari mi sbaglio (non si sa mai che qualche altro cinema stia facendo chiusura estiva). La seconda grana è più sfumata, avendo a che fare con questioni di politica commerciale internazionale, che rende piuttosto difficile prevedere l’arrivo in una particolare sala italiana di un film che ad oggi sembra annunciato arrivare nelle sale americane il 6 maggio del 2011 (stando al sito ufficiale del film). Siamo tuttavia piuttosto convinti (Harry Potter è un grosso indizio in questo senso) che i gestori del Moderno di Chivasso si allineeranno all’uscita italiana del film e lo programmeranno nel primo weekend utile. Per informazioni fai riferimento al sito ufficiale, ma dubito che prima della metà di aprile 2011 potrai avere informazioni esatte. Fonte: Diegozilla.

DOVE POSSO TROVARE FILM CON ANIMALI

pimpa

Al Blockbuster qualcuno ne hanno.

SECONDO LA BIBBIA COME MORIREMO?

mc

L’ultima volta che l’ho letta non sono riuscito a trovarlo. Nel senso, la Sacra Bibbia (soprattutto nei capitoli finali, quando inizia a montare la tensione ed entrano in scena i quattro cavalieri) contiene un sacco di spoiler, ma più che altro in merito ad una dimensione parallela post-mortem tipo l’isola di Lost con Thomas Hobbes al posto di John Locke E un rush finale da antologia. L’insegnamento chiave del testo, comunque, è simile al motto dei boyscout (e degli Shellac): be prepared. La Sacra Bibbia, per come la ricordo (è passato un po’ di tempo), fornisce solo alcune indicazioni di base che stabiliscono un principio secondo cui al momento del trapasso verrai punito o glorificato per l’eternità, e delega alle autorità competenti (CEI, confessori, ministri del culto etc) la stesura e le varie modifiche al codice penale. Il che rende la Bibbia una sorta di precursore del concetto di costituzione repubblicana. Mica male.

(nel caso non lo sappiate, la Bibbia o anche Sacra Bibbia è un insieme di testi cristiani raccolti in un unico volume, diventato nel corso degli anni uno dei massimi bestseller della storia della letteratura, che viene usato come base concettuale della religione cattolica. La chiave l’ha trovata Samuel.)

L’ALCOOL RENDE INTELLIGENTI?

No.

(da Paolo)